BianchinaBianchina2Ciao! Sono Bianchina! Chissà se qualcuno si ricorda di me? Ho ormai quasi 12 anni e nel lontano 2003, grazie a voi, ho avuto la fortuna di poter conoscere la mia nuova famiglia. La mia padroncina faceva la volontaria e amava portare a passeggio me, Whisky il mio compagno di cuccia, e tutti gli altri, grandi o piccoli che fossero. La mia vita poi è cambiata radicalmente quando, qualche mese dopo, mi hanno messo un bel collarino verde, fatta salire in macchina e portata in una bella casa in cima ad una collina, con un giardino grande grande e tanti gatti a farmi compagnia. Tutti i giorni il nonno preparava la mia pappa speciale con i suoi ingredienti segreti, io lo accompagnavo nell’orto, spesso mi mettevo a correre velocissima girando intorno alla casa e lungo tutto il giardino, suscitando le risate di tutti. Ma che avevano da ridere? Ero libera e felice! Le coccole erano all’ordine del giorno e i miei padroncini mi portavano sempre a fare lunghe passeggiate nei boschi, ma quando ero stanca mi mettevo a pancia in sù... e il ritorno in braccio era garantito.

Che pacchia! Talvolta con rami e tronchi creavano un percorso ad ostacoli, li saltavano e io li seguivo facendo lo stesso, ma quando a poco a poco diventavano sempre più alti li fregavo io, e passavo sotto. Sono sempre stata riservata, silenziosa, abbaiavo pochissimo, unica eccezione i cinghiali di notte, anche se erano ben più grossi di me. Tutto ad un tratto, nel freddo gennaio del 2011, è cambiato tutto; la casa è diventata più silenziosa e non era più il nonno a portarmi la pappa ma una dolce signora grassottella, e il papà dei miei padroni. L’estate successiva mi hanno comprato una cuccia nuova, c’era anche una targhetta con il mio nome! Ero così felice quando sono salita in macchina, con la mia cuccia, ma da quella notte ho dormito in una casa diversa. Di sicuro, a pochi chilometri di distanza e nel giro di così poco tempo, ho trovato l’America, anche se i nonni mi mancano tanto, e ogni tanto quando i miei padroni mi portano sù con loro sento ancora il profumo dei fiori e ricordo dove mi piaceva schiacciare un pisolino al sole, ricordo il trattore e ci sono ancora le mie vecchie ciotole. Sono diventata una cagnetta di città, e da tre anni a questa parte sono stata innumerevoli volte al mare, in campagna, in montagna, al lago, in vacanza da qualsiasi parte. E anche se il giardino è un po’ più piccolo non mi interessa, anche perché non ho più la forza di correre come una pazza avanti e indietro. Comunque sono la cocca di famiglia, condivido le coccole con la mia sorellina gatta (Celeste) che è sempre gelosa di me. Siamo le prime a mangiare e le prime ad essere salutate quando qualcuno torna a casa dalla scuola o dal lavoro. Ho imparato a dare la zampa, ma lo faccio solo così la mia padrona è contenta e mi dà i croccantini. La mattina passeggio con papà, sia che piova, ci sia la neve o il sole; il pomeriggio la mia padroncina mi porta lungo il canale e poi andiamo a trovare gli altri nonni, che mi riempiono di coccole e biscottini, nessuno resiste ai miei occhioni dolci! E la sera di nuovo a passeggio, anche se a volte preferirei continuare a poltrire sulla mia brandina. Amo ancora i grattini sulla pancia, odio sempre i temporali che mi fanno così paura, mi piace intrufolarmi sotto la siepe o rotolarmi nella terra quando fa troppo caldo, non sopporto quando mi fanno il bagnetto.. Solo perché mi chiamo Bianchina non vuol dire che debba essere perfettamente bianca! Salto addosso a tutti proprio come facevo da cucciola anche se ora le zampette fanno un po’ i capricci e quando corro mi stanco abbastanza in fretta. Io non avrei potuto desiderare di meglio, sono sempre stata amata, riempita di attenzioni e ora mi godo la vecchiaia. Spero davvero con tutto il cuore che tutti i cani possano essere fortunati come lo sono stata io, che possano trovare esseri umani con cui condividere la vita, bambini con cui crescere, persone che li amino per tutta la vita, indipendentemente dal colore, dalla taglia, dalla razza. Ricordo tutti voi con affetto per le cure e per l’affetto ricevuto durante la mia permanenza (fortunatamente breve) in canile. Vi mando un grande saluto... aspetto una vostra risposta... Bau!
Bianchina
i miei padroni (Ludovica, Gregorio, Gianni e Maritza) e Celeste

Canile Municipale di Chivasso Amica Cuccia - Chivasso - Strada della Palazza - Frazione Boschetto
A.P.A.CHI. Onlus - Associazione Protezione Animali Chivasso - Via Platis, 7/a - 10034 Chivasso (TO) - Cod. Fisc. 91019820017