Jeff. Un cane speciale e una famiglia speciale...

 

Questa è la storia di un'adozione del cuore... Tutto è cominciato con questo appello:

 

jef-5MI CHIAMO JEFF E DALLA VITA NON HO AVUTO NIENTE! Tu penserai, ma adesso che sei vecchio che cosa vuoi? Vorrei solo un posto caldo dove dormire, per sentire un pochino meno il dolore delle mie ossa che mi tormenta minuto per minuto, e vorrei, se non chiedo troppo, una carezza, tante carezze dolci che mi rassicurino e mi facciano sentire meno solo, ora che la mia vita sta per finire. La mia vita è stata una corda, una semplice corda legata a un banchetto di angurie, giorno dopo giorno, senza che nemmeno si accorgessero di me, che soffrivo, che non vivevo, che invecchiavo! E ora sono vecchio, ho la displasia e l’artrosi, ho i problemi neurologici tipici di un cane vecchio, e ho tanto freddo, ma il mio freddo è anche nel cuore, è un gelo interno, è la paura di morire solo, senza che nessuno mi dica addio, come se nemmeno fossi esistito!

 

Lo so, è difficile che qualcuno si accorga di me ora, ma un miracolo, come vorrei un miracolo, fosse solo per regalarmi qualche mese di vita vera, ti prego pensaci! È un’adozione del cuore, ma noi vogliamo provarci perché magari da qualche parte esiste un cuore grande e generoso anche per lui!

 

 

Ma poi...


Questo penso sia stato in tanti anni uno degli affidi più belli, la famiglia che lo ha adottato a dir poco è meravigliosa! Jeff come sai era quel pastore tedesco displasico con mille problemi, in canile soffriva da morire il freddo e non sembrava un cane normale, spesso sbatteva la testa ed i veterinari data l'età avanzata e la quasi nulla possibilità di adozione (sembrava non andasse d'accordo con nessun altro animale) ci avevano detto che non c'erano speranze e di decidere noi cosa fare.
Ho voluto provare a fare l'appello e dopo mesi e mesi abbiamo trovato questa famiglia, quando ci hanno telefonato mi sembrava un sogno! Una settimana fa il sogno si è avverato...

 

Questa è la lettera della nuova famiglia di Jeff...


RINGRAZIAMENTI per Jeff

 

Carissima Anna,
desidero ringraziarti ancora per avermi dato l’occasione di trovare Jeff, ti prego di ringraziare anche i volontari e i medici che lo hanno seguito.Jeff3
Il miglior modo di farlo credo sia quello di darvi qualche notizia di come Jeff si è integrato tanto rapidamente nella nostra famiglia. Già durante il viaggio è stato tranquillo, all’inizio guardava il panorama stando sdraiato e poi, con l’imbrunire, si è addormentato dopo averci dato un’intensa annusata, mettendo la testa tra mia figlia e me, e odorando la nostra.
Jeff1La prima sera del suo arrivo era già buio e l’incontro, in giardino, con Tayga, pastore belga, e Salomè, Petite chen Leon, è stato, dopo un attimo di diffidenza di Tayga, subito festoso. C’è stata poi una rapida esplorazione della casa e quindi la pappa. Poi una dormita sui cuscinoni accoglienti vicini al tavolo della sala dove intanto noi cenavamo. Ogni tanto sospirava... Nei giorni successivi ha dimostrato di apprezzare molto le passeggiate nel parco.
Con le persone che sono venute a casa nostra, dall’idraulico ai parenti e agli amici, è stato equilibrato mostrando interesse senza aggressività ed accettando le coccole di chi si prodigava in complimenti. Quando, alla sera, rientra mio marito si alza dai morbidi cuscini per andarlo salutare. Non ha mai sporcato in casa, ha imparato subito a mettersi davanti alla porta-finestra della cucina quando vuole uscire.
Gli piace molto la piccola Salomè che, quando diventa insistente, lo mette al suo posto e lui incassa senza nessuna reazione.  Dal primo giorno mostra la pancia e la gola perché io lo possa accarezzare. Non ha mai dato segni di ansia e mai si è lamentato né buttato in terra. Dorme in un’ampia taverna insieme a Tayga dalla quale può andare in giardino perché lascio la porta finestra socchiusa.
Quando al mattino ci vediamo salta come una gazzella dalla gioia e corre come un matto anche se cerco di frenare il suo entusiasmo per paura che si faccia male.
Il nostro terreno è a terrazzamenti e lui sale e scende, anche dalle scale, come se niente fosse. Per quanto concerne l’appetito non c’è bisogno che vi rassicuri perché, come sapete, mangia proprio come un lupo.Jeff2
L’educazione va un po’ limata è un ragazzo un po' rozzo, ma con pazienza e fermezza ce la faremo. È già migliorato, ad esempio, quando preparo la pappa, per tutti contemporaneamente, ora aspetta con più pazienza il suo momento.
Poi vedremo di fare passeggiate all’esterno con il guinzaglio ma per ora vorrei che, per la maggior parte del tempo, si sentisse tranquillo e scegliesse lui dove stare e cosa fare. Il risultato è che mi segue ovunque.
Da ieri ho notato che il suo sguardo è più sereno. Mi riempie di gioia vederlo rinascere…
Naturalmente siete tutti invitati a verificare quanto vi ho scritto.
A presto!

Elena

 

 

Come avete potuto vedere dalle foto allegate, il nostro JEFF che  aveva avuto la sfortuna di vivere tra esseri umani crudeli, proprio nell’ultimo tratto della sua vita ha potuto ricredersi. Quando già malinconicamente e in preda a vari malanni stava per finire i suoi giorni in canile, è sorta una gara di solidarietà tra gli UMANI BUONI che lo hanno capito e amato.
Grazie a questa generosa gara Jeff ha incontrato due Persone meravigliose che lo hanno portato con loro in un ambiente meraviglioso fatto di prati e di alberi, ma anche di cucce calde e di cure, di pappe buone e di coccole, dove ha trovato perfino fratelli e sorelle.
Jeff dimenticherà tutte le cose brutte  vissute e imparerà che cosa bella è essere amati, una cosa che si chiama Felicità. Ma intanto vuol ringraziare, con tutto il suo cuore, attraverso l’A.P.A.CHI, tutte le Persone che si sono date da fare per lui con Internet, volantini, passaparola ecc. e lo hanno  condotto ad incontrare la sua nuova, stupenda e vera Famiglia, che non si è spaventata delle sue condizioni e non gli ha preferito qualche altro cane bellissimo o di razza.

GRAZIE -  dal vecchio JEFF (ora molto ringiovanito), da Anna Monticone e dai volontari tutti del Canile Municipale "Amica Cuccia"  di Chivasso.


Dolcissimo Jeff, speriamo tu abbia una lunghissima vita felice con questa meravigliosa famiglia!

Canile Municipale di Chivasso Amica Cuccia - Chivasso - Strada della Palazza - Frazione Boschetto
A.P.A.CHI. Onlus - Associazione Protezione Animali Chivasso - Via Platis, 7/a - 10034 Chivasso (TO) - Cod. Fisc. 91019820017