Canile Amica Cuccia

L'A.P.A.CHI. opera presso il canile "Amica Cuccia" di Chivasso: siamo ragazzi, signore e signori, pensionati e famiglie che vogliono dedicare un po' del loro tempo ai più sfortunati e indifesi esseri che troppo spesso sono vittime della crudeltà e dell'ignoranza umana.

Ci trovi in canile nei seguenti orari:
domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00,
il lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 15.30 alle 18.00 in estate e dalle 14.30 alle 17.00 in inverno.

Gli affidi e le adozioni si fanno previo appuntamento telefonico con le persone di riferimento (Contatti), ma qualsiasi giorno puoi visitare il canile, chiedere informazioni sui cani e sulle attività di volontariato: i nostri volontari sono pronti ad accoglierti!

In caso di ritrovamento di un cane è necessario che tu ti rivolga alla polizia municipale che si occuperà della denuncia e del cane.

Il canile si trova in strada della Palazza in frazione Boschetto: dall'autostrada uscire a Chivasso centro e seguire le indicazioni per Caluso- Ivrea, alla terza rotonda prendere la prima a destra, a circa trecento metri sulla destra si trova il canile!

Se arrivate dalla collina attraversare Chivasso seguendo le indicazioni Caluso-Ivrea, alla terza rotonda sulla Strada Statale 26 prendere la prima a destra, alla rotonda successiva seguire le indicazioni per frazione Cene, 100 metri sulla destra c'è il canile, se invece arrivate da Caluso alla prima ronda sulla Statale 26 prendere la quarta uscita seguendo l'indicazione frazione Cene, trecento metri sulla destra ci siamo noi!


E se proprio non ci trovate... seguite il vostro fiuto! Oppure guardate la mappa :)))


JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Stampa



Canile
Il canile - Ingresso

Amica Cuccia
La nostra insegna, fatta dai bambini.


La struttura del canile si divide in due edifici.

Il primo è costituito da un corridoio sul quale si affacciano le porte interne di accesso ai box grandi, indicati per i cani di grossa taglia o per le coppie, ed un secondo in cui da una parte si affacciano le porte dei box più piccoli e dall'altra si trovano l'ufficio, l'infermeria attrezzata per le visite veterinarie, la somministrazione di vaccini e l'applicazione dei microchip, il magazzino in cui sono stoccate tutte le riserve di cibo e la cucina dove si può preparare la pappa!

Ufficio
L'ufficio - Torna su

Infermeria
L'infermeria - Torna su

Box
Box - Torna su

Box
Box - Torna su

La seconda struttura è detta "isolamento" e si tratta di due box isolati ed interamente piastrellati anche sui muri e lavabili per garantire un'ottima igiene, inoltre la struttura è riscaldata 24 ore su 24 durante il periodo invernale ed è dedicata ai cani malati o in convalescenza, ai cuccioli più piccoli o ai nuovi arrivati che per sicurezza per qualche giorno vengono tenuti lontano dagli altri.
Attorno a questa struttura è presente un piccolo recinto con la pavimentazione di cemento in cui è possibile mettere all’aperto in tutta sicurezza i cani dell’isolamento.

All'interno del canile sono presenti altri 8 recinti in prato in cui ogni cane viene portato prima della passeggiata quotidiana per sfogare tutte le sue energie represse durante una giornata passata all'interno del proprio box. Qui viene il divertimento! Si possono far giocare i cani con le palline, le coppie di cani più affiatate si lanciano in inseguimenti, capriole, salti… è un vero spasso!
D'estate ogni recinto viene dotato di ombreggiante per creare delle zone d'ombra e di bacinelle d’acqua in cui i cani possono rinfrescarsi o fare il bagno!

Isolamento
Isolamento - Torna su

Recinti
Recinti
Recinti
Recinti - Torna su


Com’è la vita di un cane in canile?

Quando un cane viene da noi per la prima volta viene portato in isolamento e si verifica che esso non abbia il tatuaggio o il più moderno microchip (si tratta di un piccolissimo apparato elettronico che i veterinari iniettano sotto la cute del collo del cane, tramite una macchinetta apposita che viene passata semplicemente sulla zona del collo è possibile visualizzare il numero identificativo del microchip e da qui risalire all'effettivo proprietario in quanto all'atto dell'iniezione il padrone si reca all’anagrafe canina competente nel proprio comune di residenza e viene certificato che il cane che porta il microchip n. X è di proprietà del Sig. Y. È un sistema più efficace del tatuaggio in quanto permane nel corpo del cane fino alla morte ed è leggibile in qualunque momento.)
Se il cane è di proprietà viene chiamato il padrone che lo può riprendere, in caso contrario il cane viene "microchippato" dal veterinario dell'ASL e gli vengono effettuati i vaccini necessari.
Se si tratta di una femmina dopo qualche giorno viene fatta sterilizzare dai nostri veterinari per evitare il sovrappopolamento del canile (e comunque di cani che non hanno una casa è piena la terra e la sterilizzazione è la soluzione più efficace e meno bestiale quali possono essere gli abbattimenti!) e quindi si cerca di inserire il cane nei box magari in compagnia di un altro peloso!

Ogni cane in canile da noi ha i suoi documenti, con relativo numero microchip, e fra questi anche una scheda clinica in cui vengono annotati tutti gli interventi e le somministrazioni di medicinali, compresi i test filaria che noi come associazione ci siamo preposti di fare ad ogni cane data la gravità che può portare la malattia se non curata (la morte) ed eseguono anche la profilassi antiparassitaria.

La giornata del cane durante la sua permanenza purtroppo si svolge per la maggior parte in solitudine e quando finalmente arriva il primo volontario è festa grande! Tutti iniziano ad abbaiare e ad agitarsi perché sanno che finalmente si esce! Prima della passeggiata si corre a perdifiato nei recinti, liberi finalmente! Poi i volontari li portano a spasso e qui tutti gli odori, i cespugli, gli animaletti selvatici che girano per la campagna sono fonti di interesse, ma sicuramente lo sono anche le coccole dei volontari!

Al ritorno in canile sanno già che troveranno una gabbia pulita, perché purtroppo non è che ci si può trattenere tutte quelle ore e in mancanza di un albero si fa in gabbia! Quando tutti saranno usciti arriva il momento della pappa! Ad ognuno il suo cibo specifico: crocchette per cani grandi, per i piccoli, gli anziani, i cuccioli, i problemi intestinali e di dermatiti (se vuoi dare un contributo porta qualche sacco di crocchette per cuccioli o per cani anziani. Grazie!) e poi un po' di carne delle scatole per cani e… buon appetito!!

Dopo la pappa è il momento delle medicine per chi non sta tanto bene… com'è difficile farsele piacere quelle pastiglie, ma i volontari sanno come nascondere il loro gusto! Infilate dentro un bel cucchiaio di carne, o per i più schizzinosi un wurstel o una sottiletta, non si sentono più e vanno giù proprio bene!

Dopodichè sarà ora di salutare le persone che anche per questo giorno sono state così amorevoli con loro da dedicargli tutte quelle attenzioni e che sono riuscite per un paio d'ore a farli sentire meno soli, ora avranno tutta la notte e la mattina seguente per sperare che un giorno, anche loro, potranno avere una persona speciale che le porterà via da quel canile per sempre e a cui potranno finalmente dedicare tutto il loro cuore.

 

Per informazioni...

Canile Municipale di Chivasso Amica Cuccia - Chivasso - Strada della Palazza - Frazione Boschetto
A.P.A.CHI. Onlus - Associazione Protezione Animali Chivasso - Via Platis, 7/a - 10034 Chivasso (TO) - Cod. Fisc. 91019820017

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Informativa privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.